Archivi tag: poesia

Antonio Cirillo – Solo un freddo niente

Una racolta di poesie che rappresenta un viaggio, un percorso di vita evolutosi in tempi e spazi diversi ma che, anche a fronte di tanti cambiamenti, ha sempre portato con sé quell’irrefrenabile voglia di scoperta.

Attraverso le poesie di Antonio Cirillo è possibile scorgere la vita che ci circonda e tanti piccoli pezzi di noi stessi, che giorno dopo giorno, anno dopo anno, mettiamo in valiggia. Nuove esperienze e nuove consapevolezze si susseguono in queste liriche e tratti post-moderne, in grado di segnare nel profondo l’animo del lettore così come hanno fatto con l’autore stesso, il quale riconosce la presenza di momenti della vita in cui è necessario affrontare con coraggio anche le situazioni peggiori. Dalle difficoltà si esce sempre piu maturi e temprati, e nonstante la lontananza dalla sua patria, Cirillo porta con sé il ricordo vivo di luoghi e sensazioni che conserverà per sempre nel suo cuore.

Il libro può essere ordinato online su Amazon o in 46000 librerie in tutta Italia. Contattatemi per ogni informazione!


Poesia sull’autunno…

Finché
vado
al lavoro
in camicia
È
ANCORA
ESTATE.


Anche tu sei l’amore… 

Anche tu sei l’amore.
Sei di Sangue e di Terra
come gli altri.

Cammini come chi non si stacca dalla porta di casa.

Guardi come chi attende
e non vede.

Sei terra che dolora e che tace.

Hai sussulti e stanchezze,
hai parole-cammini in attesa.

L’amore è il tuo sangue – non altro.

Pavese – “Anche tu sei l’amore”


Inverno …

Neve ...

E’ scesa la neve, divina creatura,
a visitare la valle.
E’ scesa la neve, sposa della stella,
guardiamola cadere:
Dolce ! Giunge senza rumore, come gli esseri soavi
che temono di far male.
Così scende la luna, cos’ scendono i sogni …
guardiamola scendere.
Pura ! Guarda la valle tua, come sta ricamandola
di gelsomino soffice.
Ha così dolci dita, così lievi e sottili,
che sfiorano senza toccare.
G. Mistral – Opere poetiche


Notte …

Notte ...

… no, non accendere la luce …
altrimenti non vedi …
… la notte che scende !
Guarda il lento scomparir delle ombre,
e il bosco laggiù …
sfumarsi in un unico oggetto.
Guarda lassù …
Il cielo cangiare dal rosso al blu notte
l’accendersi tenue della corte di stelle
e il sorgere della luminosa Luna …
Ascolta poi …
i lievi rumori
nel silenzio ovattato
che sussurrano parole nuove …
E’ una magia che ogni dì si ripete
e che noi invece ignoriamo
ciechi e sordi
alla ricerca sfrenata
di false felicità …

Vi voglio bene …


Piove …

PIOVE…


Piove al di là del vetro, piove sopra i tetti, piove sulle auto, piove sul bagnato, piove sulla gente, piove sull’indifferenza, piove sull’odio … sull’amore, sulla verità, sull’ipocrisia, sul conformismo … certe macchie non si lavano via così, rimangono dentro. In quest’atomo opaco del male portami via da qui, voglio il sole, ne ho bisogno, ti muovi dentro di me, ballo il buio. Perché non riesco a viverti come io vorrei ? E adesso basta … vattene. Mi chiedo sempre … perché ? Si arriva a conclusioni in fretta. Io realizzo che è finito tutto, tutto ha una motivazione, se vuoi chiamarlo destino, disegno divino, il finale della storia è sempre quello … divisi, separati da un vuoto, da un abisso di freddezza …
Sto male … prendimi via con te. Portami via da questo mondo marcio fatto di apparenza, superficialità, degenerazione morale … non so se resisterò ancora per molto. Ti prego stammi vicino … se ti perdessi sarei un nulla, non mi resta che sognarti, immaginarti con me, sentire che mi sei vicino …
Ahhh … che emozioni …


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: