Archivi tag: soundtrack

Ennio Morricone…

Morricone non é morto! È sublimato allo stato etereo delle emozioni dove resterà eternamente re. È riuscito a unire, in sentimenti comuni, una moltitudine di anime sensibili, più di quanto l’amore possa fare. Quella che é morta é una parte di noi stessi…

Ha composto centinaia di colonne sonore e mi sarebbe impossibile pensare a un sondaggio.
A quali sue opere siete più legati e perché? Io scelgo “The Hateful Eight”, che fa aumentare esponenzialmente il valore del film.

Ciao, Maestro!


M’s Music – 3:10 to Yuma

Marco Edward Beltrami (Long Island, 7 ottobre 1966) è un compositore statunitense…

Nato a Long Island (New York) il 7 ottobre 1966 da padre italiano e da madre greca, frequenta la Brown University, entra nella Yale School of Music e poco dopo si trasferisce in Italia, a Venezia, dove lavora con il compositore classico Luigi Nono, e torna a Los Angeles dove studia sotto la supervisione di Jerry Goldsmith.

Compositore moderno che fa uso di strumentazioni elettroniche e di sintetizzatori, dopo alcuni lavori teatrali e televisivi inizia a lavorare per il cinema, componendo prevalentemente musiche per film ad alto tasso adrenalinico come horror e thriller. Ha diretto le musiche in World War Z.

Ha collaborato con i Guns N’ Roses, arrangiando alcuni brani per l’album Chinese Democracy uscito nel 2008.

Nel 2008 ha ricevuto la nomination all’Oscar per la miglior colonna sonora per il film Quel treno per Yuma, ed è stato battuto dall’italiano Dario Marianelli.
Due anni dopo riceve un’altra nomination all’Oscar per la miglior colonna sonora per il film The Hurt Locker, insieme al suo assistente Buck Sanders, tuttavia la statuetta viene assegnata a Michael Giacchino per Up.

La colonna sonora di The Hurt Locker non è tra le più memorabili del compositore, eppure si tratta di un efficace accompagnamento dell’ansia dello spettatore. Si sentono echi distinti del lavoro di Ennio Morricone per i film western spaghetti di Sergio Leone (specialmente nella traccia “The Way I Am”).

Questo è dovuto al fatto che i compositori hanno deciso che la colonna sonora avrebbe dovuto “evocare le immagini di un western” dal momento che il personaggio principale, che è a capo di una squadra di artificieri con il compito di disinnescare IED (ordigni esplosivi improvvisati) per le strade di Baghdad, ha l’atteggiamento di un “indipendente cowboy”.

Source: Wikipedia


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: