Archivio dell'autore: Mădălina lu' Cafanu

Informazioni su Mădălina lu' Cafanu

"La gente ama stare al centro del mondo, a me basta un angolo dove c'è tutto il mio mondo." - M. Gandy

Ennio Morricone…

Morricone non é morto! È sublimato allo stato etereo delle emozioni dove resterà eternamente re. È riuscito a unire, in sentimenti comuni, una moltitudine di anime sensibili, più di quanto l’amore possa fare. Quella che é morta é una parte di noi stessi…

Ha composto centinaia di colonne sonore e mi sarebbe impossibile pensare a un sondaggio.
A quali sue opere siete più legati e perché? Io scelgo “The Hateful Eight”, che fa aumentare esponenzialmente il valore del film.

Ciao, Maestro!


La cosa smarrita…

La cosa smarrita è una creatura casualmente incontrata sulla spiaggia, durante una passeggiata, da un ragazzo occhialuto e spettinato. Enorme, rossa, un artopode meccanico con le sembianze di una teiera. Una storia snella che si snoda con facilità tra le tematiche che illuminano l’universo Shaun Tan, come l’infinito, la solitudine, il tempo eccepito, il mistero, l’enigma e le strade da percorrere.

Il protagonista senza nome cerca di comprendere l’origine della cosa ritrovata osservandola e interpretandola. La cosa smarrita esce per la collana degli illustrati Tunué Mirari e rappresenta il momento più alto della riflessione di Shaun Tan sul linguaggio e sul rapporto con l’altro.


Pronto Soccorso…

Stiamo entrando nella fase più cruciale. E’ il momento più drammatico… perché è quello dove non si può mollare nella determinazione d’uscirne.

E quella Memoria sarà
l’Emozione più grande che darà il senso di Forza
nella Rinascita!


f l y t o g r a p h y

E vară, Sânziene, şi-i mister…

f l y t o g r a p h y


M’s Music – Alone Together


« ALONE TOGETHER » Join Jean-Michel Jarre and his Avatar for a Live VR performance to celebrate Fête de la Musique 2020, June 21st at 21h15 CET.


A world premier. French musician Jean-Michel Jarre, via his Avatar, will perform live in a specially designed virtual world, accessible to all. Jarre’s custom-created “Alone Together” is a Live performance in virtual reality, simultaneously broadcast in real time across digital platforms, in 3D & 2D.

To date, all virtual musical performances are pre-produced and are hosted in pre-existing digital worlds. Here Jarre presents his event in its own customized virtual world and everyone can share the online experience via PC, tablets, smartphones, or in total immersion on interactive VR headsets. Important to Jarre, this project also aims to send a message to the public and the entire music industry: whether in the real or virtual world, music and live performance have a value, the recognition and sustainability of which is vital for millions of creators. In addition to the digital broadcast, a “silent” broadcast of the virtual concert will be offered in city-center Paris, in the courtyard of the Palais Royal, to a selection of students from schools of the performing arts, training in sound and image, who will only need to bring their mobile phone and headphones to share the live performance on a big screen. At the end of this simultaneous performance, the participants gathered in the courtyard of the Palais Royal will be able to chat live with Jean-Michel Jarre’s avatar, erasing even further the boundaries between the physical and virtual worlds.




To conclude, the avatar will open a virtual backstage door to which Jarre will welcome the group of students in person to his studio to share the behind the scenes of the evening. Jean-Michel Jarre intends to demonstrate that VR, augmented reality and AI are new vectors that can help create a new mode of artistic expression, production and distribution, while maintaining the unparalleled emotion of the real-time encounter between artists and the public. The period of sanitary crisis we are going through has highlighted the opportunity and the need for a paradigm shift to keep up with the times. “Having performed in extraordinary venues, virtual reality will now allow me to play in unimaginable spaces while remaining on a physical stage” says Jean-Michel Jarre.


The internationally renowned French musician believes that World Music Day is the ideal opportunity to promote these new uses and a greater understanding of one of the possible future business models of the live music performance industry. “Virtual or augmented realities can be to the performing arts what the advent of cinema was to the theatre, an additional mode of expression made possible by new technologies at a given time,” predicts Jarre. Breaking the barriers of isolation, “Alone Together”, the virtual experience imagined and composed by Jean-Michel Jarre, is produced in collaboration with the social virtual reality world VRrOOm created by Louis Cacciuttolo, who has brought together for the occasion a team of innovative artists such as Pierre Friquet and Vincent Masson and technicians who are experts in immersive technologies such as SoWhen?, Seekat, Antony Vitillo, or Lapo Germasi.



f l y t o g r a p h y


Enisala…

I Genovesi a difesa delle loro rotte commerciali con la Crimea e l’Ucraina, hanno costruito una serie di castelli e borghi fortificati che si estendono o sino alla Bucovina e Galizia mettendo Genova in contatto con la Polonia e il Batico. Creando un monopolio sulla esportazione del grano dalla Russia che attraverso la Moldovia e la Bessarabia arrivava al porto di Costanza (Tomis) sul Mar Nero. Da qui spedito a Costantinopoli e in Europa.

Enisala fu innalzata nel 200 su una anteriore costruzione romano-bizantina ed ebbe un ruolo militare e commerciale, ma anche politico ed amministrativo (i turchi la distrussero nel 400).

Sul lago Razim si possono vedere le vestigia della cittadella di “Heracleea” (piccola cittadina protetta dal forte Enisala), costruita dai mercanti genovesi intorno al 1250 AD e conquistata dal sultano Mehmet I nel 1417 AD. Nel 500, la cittadella era stata abbandonata definitivamente.


f l y t o g r a p h y


Ezio Bosso…

È morto Ezio Bosso… una persona di un’eleganza e una sensibilità rara. Una mente fine, che ci ha insegnato tanto sulla musica come momento di vita, capace di incuriosirci nei confronti del mondo.

Mancherà molto, Ezio Bosso…


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: