Archivi del giorno: 3 settembre 2021

POLITIX

Il portavoce dei Talebani Zabihullah Mujahid ha affermato che la Cina è e sarà il più importante partner del gruppo.


Aziende cinesi investiranno in Afghanistan per ricostruire e sviluppare il paese.
Tra questi investimenti ci saranno quelli necessari a sfruttare le enormi riserve minerarie del paese (il cui valore stimato si aggira intorno a 1.000 miliardi di dollari) e quelli essenziali alla continuazione della Belt and Road Initiative, la nuova via della seta terrestre che deve inevitabilmente passare dall’Afghanistan per continuare poi ad avanzare verso l’Europa.

Il regime cinese ed i Talebani sono legati a doppio filo.
I Talebani hanno bisogno di riconoscimento internazionale e di soldi.

L’appoggio della Cina e dei suoi satelliti alle Nazioni Unite può fare tutta la differenza.
Inoltre al momento le riserve di denaro afghane presenti negli USA (circa 9 miliardi di dollari) sono congelate, e rimarranno tali fino a quando un governo internazionalmente riconosciuto non sarà stabilito.

Anche le sanzioni americane sui Talebani, al momento, non sono state né eliminate né alleggerite.
Come anche il portavoce talebano ha affermato, la Cina è anche il tramite per entrare nel mercato internazionale.

Ma anche Pechino ha bisogno dei Talebani.
In un paese da sempre frammentato ed instabile, e non più sotto il controllo delle forze NATO, il regime cinese deve appoggiare il gruppo che ha più possibilità di restare saldamente al comando.

Come abbiamo già detto, i minerali, le terre rare ed una regione stabile per il passaggio della via della seta sono questioni fondamentali per Pechino.

Il desiderio di stabilità deriva anche dalle conseguenze che una guerra civile potrebbe portare nelle regioni cinesi che confinano con l’Afghanistan, dove Pechino sta già agendo duramente contro gli Uiguri e teme l’arrivo di fondamentalisti e terroristi islamici attraverso il poroso e difficilmente controllabile confine.

Sostenendo i Talebani Pechino assesta anche un duro colpo ad uno dei suoi nemici storici, l’India.

L’India è da sempre stata interessata ad avere buoni rapporti con l’Afghanistan, mentre il Pakistan aveva ovviamente l’interesse opposto: un Afghanistan amico consente al Pakistan di avere una maggiore profondità strategica nel caso di un conflitto con l’India, mentre un governo afghano alleato dell’India porterebbe ad un possibile “accerchiamento”.

Durante la presenza occidentale nel paese l’India ha realizzato molte opere ed infrastrutture in ogni regione dell’Afghanistan.
Tutti gli sforzi realizzati saranno perduti con i talebani al governo.

Si tratta in ogni caso di una scelta precisa da parte dell’amministrazione americana, che ha stimato rimanere in Afghanistan non necessario e forse controproducente, e ritiene invece fondamentale focalizzarsi sugli attriti con la Cina nel Pacifico.

Solo il tempo ci dirà se si è trattato di una scelta lungimirante…

Via: geopoliticalcenter.it

AUGURI ! Bella coppia! 😁

🔴 La Russia non è soddisfatta per l’avvicinamento delle infrastrutture militari della NATO ai suoi confini e il presidente russo Vladimir Putin lo ha detto più volte. Lo ha ribadito il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov a margine del Forum economico orientale (EEF)

🔴 Droni italiani (gli stessi usati dei nostri militari in Afghanistan) in mani cinesi? Dopo le indagini della Finanza, Golden power a Palazzo Chigi.Via: decode39.com

🔴 Draghi dichiara che il vaccino sarà obbligatorio.
Tutti i novax che hanno annunciato di trasferirsi in un altro paese, sappiano che all’aeroporto serve il Green Pass.

🔴 Il kamikaze dell’Isis-K che lo scorso 26 agosto si è fatto esplodere all’aeroporto di Kabul, provocando 170 vittime, tra cui 13 soldati americani, era stato liberato da una prigione afgana dopo il crollo dell’esecutivo filo-occidentale di Ashraf Ghani. Lo rende noto BBC.

🔴 Afghanistan. Il portavoce dei talebani Zabiullah Mujahid “Chiediamo all’Italia di riconoscerci”.
L’Italia: “Ok, ma fatevi la barba e togliete la burqa alle donne”.

🔴 La polizia neozelandese ha neutralizzato un uomo che ha accoltellato più persone in un supermercato di Auckland. Almeno sei feriti segnalati.

🔴 Il primo ministro neozelandese Jacinda Ardern ha descritto l’evento come un “attacco terroristico”. Si tratterebbe di un cittadino dello Sri Lanka, seguace dello stato islamico.

Nuova Zelanda: Sono state sollevate domande sul motivo per cui l’azione contro di lui non sia stata intrapresa prima dell’attentato.

🔴 “La realtà è che quando si sorveglia qualcuno 24 ore su 24, 7 giorni su 7, non è possibile essere immediatamente accanto a loro in ogni momento. Il personale è intervenuto il più rapidamente possibile e ha impedito ulteriori lesioni in quello che è stato una terribile situazione”, ha dichiarato il commissario di polizia Andrew Coster. La polizia neozelandese è intervenuta meno di minuto dopo l’inizio dell’attacco.

🔴 03 Sep 2021:

🦠 1.520 cazuri noi
☠️ 33 morți (0 din trecut, 33 în ultimele 24H)
🧪 43.295 teste (3.51% pozitivi, 26.352 teste rapide)

Totaluri:
☣️ 1.103.198 cazuri
💀 34.650 morți
🚑 2.772 internați (130 noi)
💉 345 la ATI (33 noi)
🙂 1.057.522 vindecați (600 noi)

🔴 Test di Medicina 2021:

  • Hai fatto il vaccino?
  • No.
  • Avanti il prossimo…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: