P O L I T I X 26/06/2018

🔴 Chi benedice chi ?/Who’s blessing who ?

🔴 BREAKING: Ukraine’s cyber police chief to Reuters: Russia hackers laying groundwork for massive strike, infecting Ukrainian companies with malware to create “back doors” for an attack. …in a full fledged invasion scenario, many believe that a crippling cyber attack would commence any physical operation. Energy and communication infrastructure will always be the first to go….

🔴 BREAKING: President Trump hails US Supreme Court travel ban ruling as victory over ‘hysterical’ media, Democrats. – AFP

🔴 TRUMP IS SAID TO INVITE JUNCKER TO VISIT WHITE HOUSE.

🔴 China and India to be asked by the US to cut all imports from Iran, according to officials in Washington.

🔴 A “great victory for the safety and security of all Americans” – declares Jeff Sessions.

🔴 Powerful reconstruction shows, despite Syrian and Russian Denial and Obfuscation, Syrian helicopter dropped a chlorine chemical weapon on Douma on April 7, killing 34. – nytimes.com

🔴 China accounts for 24% of Iran’s oil exports. So… US in addition to trade tariffs to hit China with sanctions ?

🔴 NEW MAP: SAA forces have secured the strategic town of Busra al-Harir. Lajat area is now under full Government control. Quneitra Daraa Suweida Syria.

🔴 BREAKING: IDF artillery fire reported in Beit Hanoun , northern Gaza strip Israel.

🔴 Soros è furente. E minaccia vendetta contro il populismo Italiano. – diegofusaro.com

🔴 Mattis on US missile defense system in Alaska: “I am absolutely confident” missile defense system will work, Sen. Sullivan says 20 more silos will be added soon.

🔴 Viktor Lukashenko, the eldest son of Belarus president Alexander Lukashenko & informal curator of Belarusian KGB security service, visits Grozny to discuss security cooperation with Ramzan Kadyrov of Chechnya.

🔴 AMSTERDAM, June 26 (Reuters) – The head office of Dutch newspaper De Telegraaf was hit by a van early on Tuesday morning in what police said was a deliberate action, but no one was injured.

The white van crashed into the glass facade of the building on the outskirts of Amsterdam around 0400 local time (0200 GMT), where it caught fire.

Police said no one was injured and the driver of the van who managed to get away and had not yet been found.

De Telegraaf is the largest daily in the Netherlands, specialising in sports and crime.

Last week, a rocket launcher was fired at an office housing several magazines in the same Amsterdam area. A 41-year-old man was arrested for that attack, in which no one got hurt.

🔴 Singaporean officials have dismissed reports that a promotional item given away for free during the June 12 summit between the leaders of the United States and North Korea contained an espionage device. Over 2500 reporters from nearly every country covered the meeting between US President Donald Trump and North Korean Supreme Leader Kim Jong-un. Upon arriving in Singapore’s Sentosa Island, where the summit took place, journalists were given a free promotional packet that included novelty items such as pens, notepads, a water bottle, and a USB fan.

The USB fan consisted of blades connected to a miniature electric motor, which was in turn connected to a USB cable. The cable allowed the device to be powered by a computer or other electronic device with a built-in USB port. da Ian Allen.

🔴 New satellite images shows North Korea is continuing to upgrade its nuclear enrichment facility. – 38NorthNK

🔴 Il caso di Michella Welch.
Primi giorni di giugno, Tacoma, stato di Washington, costa ovest degli Usa. Gary Hartman, 68 anni, infermiere, fa colazione insieme ad un collega in un ristorante della zona. Quando finisce di mangiare lascia sul tavolo un tovagliolo. Paga, si alza e se ne va al lavoro.

Routine, gesti consueti. Non lo sono invece quelli degli agenti che lo stanno pedinando: prima che la cameriera rimetta a posto le cose prendono quel pezzetto di carta leggera usato dal signor Gary per pulirsi la bocca. Cercano una cosa: il suo Dna.
E’ questo il punto finale di una storia brutale, nera come la pece, angosciante iniziata il 26 marzo 1986, oltre trent’anni fa, nella zona settentrionale della città, nel Puget Park. Quel giorno Michella Welch, 12 anni, deve badare alle sue due sorelline.

Corrono e giocano in quest’area verde, in apparenza tranquilla. Attorno alle 11 la bambina si sposta verso casa in bici per recuperare le merende, quindi torna al parco, ma non trova le sorelle che nel frattempo sono andate in un negozio. Si mette a cercarle tra cespugli e vialetti, le chiama invano. Sono le ultime mosse note di Michella. Perché svanisce. Scatta l’allarme, recuperano il sacchetto con i panini e la sua bicicletta. Una persona afferma di averla vista alle 13.30 parlare con un uomo.

E’ pur sempre una traccia, che si tira dietro un presentimento orrendo. Che avrà la sua conferma tragica nella notte quando, con l’aiuto dei cani, trovano il corpo seviziato della piccola vittima. Lo hanno abbandonato tra i resti di un bivacco ormai freddo.

La polizia riparte esaminando le dichiarazioni del teste che l’aveva osservata in compagnia di un adulto. Lo descrive così: tra i 25 e i 35 anni, con i baffi, vestito con abiti di jeans logori e lacerati, scarpe in cattive condizioni.

Indicazioni che potrebbero far pensare ad un vagabondo, magari qualcuno che si era nascosto al Puget Park in cerca di una preda. Ma è anche vero che l’identikit somiglia a quello di migliaia di altri, è davvero vago. Comunque è troppo poco per permettere una svolta. La Scientifica, invece, recupera degli effetti sul quale è rimasto il Dna del presunto killer. In quegli anni non era possibile ancora usarlo, però il reperto è stato conservato con cura. Gesto provvidenziale e professionale. Infatti i tecnici del laboratorio potranno «estrarlo»nel 2006, procedura seguita dai controlli incrociati.

Gli investigatori sperano di poter individuare un profilo negli archivi dei pregiudicati, di chi è stato arrestato e magari è in galera per un altro reato. E’ una ricerca classica, condotta attraverso gli Stati Uniti «interrogando»migliaia di files. Non sono però fortunati, da quel lavoro esce uno sconfortante zero. Serviranno altro tempo e nuove tattiche investigative, in particolare una che ha permesso di arrestare, anche di recente, serial killer inafferrabili, compreso quello del Golden State, responsabile di una lunga serie di crimini dal 1974 all’86.

In America non sono pochi coloro che offrono volontariamente il loro Dna a società che conducono ricerche genealogiche basate su quei frammenti che racchiudono molto di noi. In un paese relativamente giovane, formatosi con l’arrivo di immigrati e marcato da un’alta mobilità, può essere questo il modo per ricostruire passato, parentele, origini. La perseveranza della Omicidi di Tacoma è premiata. Il campione inviato ad uno di questi database conduce ad una coppia di fratelli dello stato di Washington.

Le successive verifiche incoraggiano i «cacciatori»: le persone di interesse vivono nel quadrante cittadino, non lontano da dove abitava idi Michella. Ora serve il passo finale, il chiodo che sigilli il cold case, il caso freddo. Serve il Dna del sospetto, ovvero di Gary Hartman.

Gli agenti seguono l’infermiere, aspettano che sia lui a scoprire il fianco. E all’inizio di giugno sono al ristorante dove finalmente hanno in mano l’elemento necessario al confronto. I test sul tovagliolo confermano che si tratta del presunto assassino, il giorno 22 lo arrestano in strada, in una di quelle scene viste in tanti film, quando il sospetto è fermo ad un semaforo.

Il fascicolo su Michella Welch si chiude, con un inno ai detectives e le solite frasi dei vicini dell’assassino: non avremmo mai pensato che fosse un mostro. – Guido Olimpio / Corriere della Sera

Advertisements

About Mădălina lu' Cafanu

La gente ama stare al centro del mondo, a me basta un angolo dove c'è tutto il mio mondo. - M. Gandy View all posts by Mădălina lu' Cafanu

Nu ciocăniţi ! ...ies eu din când în când.

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

w

Connecting to %s

Estrada da Felicidade

Estrada é estrada! Andando com alegria na estrada!

My Life with PTSD & Bipolar

Mental Health Matters

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Imaginea mea despre lume

Cine suntem cu adevarat?

A Place For My Head

C'è chi si gode la vita,c'è chi la soffre,invece noi la combattiamo.

Commememucho

Rincón de ideas y de recetas sencillas

Cook up a storm

Cook Up a Storm

Blogul lui Marius Mioc

despre revoluţia din 1989 şi ceea ce a urmat după ea

Vremuritulburi

ortodoxie, vremurile de pe urma, istorie, sanatate, politica, economie, analize si alte informatii utile

POVEŞTI DE AERODROM

Poveşti despre zborul la vânătoare, piloţi cu albastrul cerului pe epolet, avioane de culoarea duralului, aerodrom militar, vieţi şi destine trăite la viteze supersonice

Les faits Plumes

Des enquêtes à pas de loup pour apprendre sur-tout...

Mangiare bene a casa con Max

Cucina con gusto e semplicità

gratinando e pasticciando

chiacchiere tra salato e cioccolato

ChronosFeR2

Fotografia, Literatura, Música, Cultura.

La Mia Visione Della Vita

"La nostra realtà è un caleidoscopico ed ignoto viaggio onirico"

SKYLINE REPORTS

comedy magazine

OpinioniWeb-XYZ

Oltre il bar dello sport: opinioni consapevoli per districarci nel marasma delle mezze verità quotidiane!

Etiliyle

Poetry and Photography

un urs in oras

Creatia literara a lui Mihai-Athanasie Petrescu si a prietenilor sai

Materiale de istorie

Gimnaziu. Liceu. Fişe de lucru. Teste. BAC

fundatiaserbanescu

Just another WordPress.com site

imaginecontinua

Lumea de altadata si cea de azi.....

Murmur de soapte

Every Breath I Take...

Crudo e Cotto

Blog di cucina vegana

SKYLINE REPORTS

comedy magazine

Extratereștrii Printre Noi

Nu am fost niciodată singuri.

borceablog

Blogul tau de informatii

The Blog of Aviation

a perspective from above

Tutto sulla mia psicopatica vita almeno sine a quando ne avrò una

Parlerò di me della mia follia I miei pensieri e sogni irrealizzabili vi sfido a seguirmi

Laurentiu Guzganu

"Viata e scurta si e a ta, traieste-o si bucura-te de ea"

sharephoto.blog

LET'S SHARE PHOTO

Cate Ceva Pentru Fiecare Zi!

Gandeste,cerceteaza,actioneaza!

lacucinadiannarita

Cucina con passione

Pablo Cuzco

...in my Mind's Eye

byluis7

« me arrodillo por las noches ante tigres que no me dejarán ser - lo que fuiste no será otra vez - los tigres me han encontrado pero no me importa. »

Lup cu blog

Câte ceva din mintea zbuciumată a unui lup.

%d bloggers like this: